Tour tra la paranoie 

Ennesima giornata senza sole,

a cui non do nessun valore, 

Sfogo paranoie che

resteranno tra me e me, 

In un tempo che non c’è. 

​Frammenti di momenti 

Mentre cerco di distruggere 

I ricordi nelle mie distorte menti, 

In un caos così ordinato. 

Un cambiamento, 

che mi ha fatto perder l’orientamento 

Tormento in questo tempo 

In cui la tua mancanza non vorrei sentire

Perché alla penna non posso mentire.

Lento, penso a stento

Ceneri cerebrali 

Svolazzano e volano via

E io Cotto e scottato, 

Sento dentro uno strano effetto, 

Volto la pagina che conserverò in un cassetto. 

Ecco perché 

​Mi piace guardarti mentre dormi 

Sfiorarti le guance 

E stringerti in un abbraccio 

Mi piace il tuo profumo 

Il colore dei tuoi occhi 

E quel tuo strano modo di ridere 

Mi piace parlarti 

E ascoltare i pensieri strani che la tua mente partorisce 

Mi piace la tua imprevedibilità

Ogni giorno sei diversa 

Mi piacciono i tuoi calzini bucati

E i tuoi maglioni vissuti 

Mi piace quando dici che sei brutta 

Perché ti vedo ancor più bella 

Mi piaci la mattina appena sveglia 

E la sera con la faccia stanca 

Mi piace scrivere di te 

Perché voglio che rimanga impresso il ricordo di adesso

Perché mi mancherai domani 

E per tutta la vita